Nella nota regionale viene presa una posizione relativamente all’isolamento fiduciario della classe durante l’attesa dell’esito del tampone. Infatti, la quarantena dei contatti scolastici verrà disposta da ATS  solo in caso di positività del tampone.

Stante il pieno avvio delle attività scolastiche e l’aumentato turn-over dei casi sospetti nei minori, verificate le definizioni di caso sospetto, caso probabile, caso confermato attualmente in uso in Italia, considerato l’avvio del percorso per addivenire in tempi rapidi alla conferma di caso, si indica che i contatti di caso sospetto legati all’ambito scolastico e ai servizi educativi per l’infanzia non sono da porre in isolamento domiciliare fiduciario: ciò sia applica sia ai famigliari conviventi che ai compagni di classe o ad altri contatti stretti.
La disposizione della misura quarantenaria deve essere attivata per i contatti di caso confermato (tampone positivo) in coerenza con quanto indicato da ISS.

Nel caso di manifestazione di sintomi in studente in ambito scolastico, nella fase di affidamento del minore al genitore o di allontanamento dello studente maggiorenne, si deve apporre la timbratura da parte della scuola sul modulo di autocertificazione da presentare per effettuare il tampone (modulo 2 o 3), fermo restando comunque il raccordo con il curante.

Coloro che eseguono il tampone in quanto sospetti e pertanto segnalati dal PLS/MMG, sono tenuti a rispettare l’isolamento in attesa dell’esito del test molecolare.

Si sottolinea l’importanza di monitorare i tempi di processazione e refertazione dei tamponi e di mantenere il costante raccordo con USP e Dirigenti scolastici e con i PLS/MMG affinché siano veicolate alle famiglie le corrette informazioni: in particolare occorre richiamare che il tampone è uno strumento diagnostico nelle mani dei clinici e non degli assistiti e che va utilizzato all’interno di una più complessiva strategia di contenimento del contagio. Inoltre, come già definito nella note con successivi aggiornamenti e revisioni, si precisa che il periodo di isolamento fiduciario, in assenza di sintomi, si conferma essere di 14 giorni con previsione di esecuzione di un unico tampone anziché di due (come invece era previsto da nota Protocollo n. G1.2020.0022959 del 15/06/2020), da effettuarsi alla fine dei 14 giorni, a meno di eventuale esordio sintomi durante il periodo di isolamento, per cui si rende opportuna l’esecuzione del tampone in concomitanza della manifestazione sintomatica. Si precisa che per i contatti stretti con esito negativo al tampone effettuato durante il periodo di isolamento fiduciario, l’isolamento di 14 giorni (periodo di incubazione della malattia) deve comunque essere mantenuto fino al suo termine.

In sintesi:

  • Contatto stretto asintomatico tampone al termine dei 14 di isolamento fiduciario;
  • Contatto stretto sintomatico, o che diventa sintomatico, tampone entro le 24-48 ore dall’esordio dei sintomi
    • se il soggetto risulta positivo diventa caso
    • se esito negativo si mantiene l’isolamento fino al suo termine (14 giorni) e si ripete eventualmente il tampone.

Inoltre si precisa che l’isolamento fiduciario in attesa di esito NON si applica al personale sanitario (anche se genitori di un alunno sintomatico), che è tenuto a proseguire l’attività lavorativa con i DPI, salvo diverse disposizioni del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria in caso di positività del tampone diagnostico del caso indice.

Approfondimento diagnostico

Al fine di velocizzare la risposta a classi e famiglie circa la gestione del caso sintomatico allontanato da scuola o i cui sintomi siano insorti al domicilio (tanto nell’alunno quanto nell’operatore scolastico), gli interessati, comunque consultando con il proprio curante, potranno recarsi senza appuntamento presso i “Punti tampone” delle ASST presentando un’autocertificazione (modulistica predisposta da Regione in allegato). Un elenco aggiornato delle postazioni è accluso alla presente e pubblicato sul sito di ATS. Le ASST si impegnano in linea di massima a fornire l’esito entro il mattino successivo il prelievo, con pubblicazione del referto sul FSE.

Registrazione per il tampone

Per facilitare le operazioni e ridurre i tempi di attesa in considerazione degli elevati accessi, è stata inserita la necessità di registrazione. Il cittadino prima di recarsi al punto tamponi o mentre è in attesa al punto tampone deve effettuare una registrazione accedendo al link http://dbcup.ats-insubria.it:8094/tamponescuola o inquadrando il QR-Code.

Dovrà essere inserito il codice fiscale dell’interessato (chi si sottoporrà al tampone), l’istituto scolastico frequentato/dove lavora (scegliendo dal menù a tendina) e il punto tamponi presso il quale si trova; quindi i dati del genitore (se minore) ed un indirizzo mail.

In questo modo tutti i dati anagrafici vengono direttamente registrati con notevole vantaggio in termini temporali. Inoltre l’inserimento dell’indirizzo mail permette la restituzione dell’esito in tempi rapidi, sia all’interessato che al medico o pediatra e, qualora venga data l’autorizzazione, anche alla scuola.

Attestazioni

(riferita solo agli alunni; facsimili in allegato) Per facilitare il percorso di riammissione a scuola dell’alunno, si ritiene che lo stesso possa rientrare a scuola secondo queste modalità:

  1. Alunno identificato come caso sospetto allontanato da scuola/con riscontro di sintomatologia al domicilio ed effettuazione di tampone diagnostico per ricerca di Sars-CoV-2 risultato negativo:

    attestazione di aver seguito il percorso diagnostico, terapeutico e di prevenzione COVID-19 (redatta dal MAP/PDF) o presentazione alla scuola dell’esito negativo del tampone

  2. Alunno risultato caso accertato per positività al tampone diagnostico per ricerca di Sars-CoV-2 e successivamente guarito clinicamente e virologicamente (due tamponi negativi consecutivi):

    attestazione di idoneità alla riammissione in comunità (redatta dal MAP/PDF) o presentazione alla scuola della Certificazione di fine quarantena rilasciata da ATS alla famiglia

  3. Alunno contatto stretto di caso accertato che è sempre rimasto asintomatico con tampone di sorveglianza negativo effettuato prima della fine del periodo di osservazione (14 giorni):

    attestazione di idoneità alla riammissione in comunità (redatta dal MAP/PDF) o presentazione alla scuola della Certificazione di quarantena (che riporta le date del periodo di sorveglianza) rilasciata da ATS alla famiglia

  4. Alunno assente o allontanato per altri motivi di salute, non identificato come caso sospetto e che pertanto non ha necessitato dell’effettuazione di un tampone diagnostico per ricerca di Sars-CoV-2:

    nessuna certificazione richiedibile da parte della scuola

Verrà ribadito alle scuole di non pretendere altre certificazioni o attestazioni e di contattare, in caso di dubbio, i canali di comunicazione messi a disposizione da ATS e già in loro possesso.

Moduli

  1. Modulo 1: Autodichiarazione personale scolastico
  2. Modulo 2: Autodichiarazione minori che frequentano comunità scolastiche
  3. Modulo 3: Autodichiarazione studente maggiorenne

Punti tampone nel territorio di ATS Insubria

Link per la registrazione al tampone