Al fine di evitare spiacevoli contenziosi o fraintendimenti con il medico si avvisano i pazienti che dal 20 gennaio 2016 è stato pubblicato il “Decreto appropriatezza” che stabilisce a quali condizioni possono essere prescritti 203 esami del Servizio Sanitario Nazionale.
Al di fuori di quelle condizioni il paziente deve pagare l’esame ed il medico che non segue tali condizioni rischia di doverne rimborsare il costo.
A questo si aggiunga che siccome lo specialista pubblico o privato accreditato è tenuto per legge a prescrivere direttamente gli esami che ritiene necessari questo studio non trascriverà più gli esami richiesti e non prescritti dallo specialista e non correggerà più le sue richieste incomplete.
E’ pertanto fondamentale che il paziente sia sensibilizzato a controllare e pretendere che la ricetta emessa dallo specialista sia corretta. Questo per evitare di dover nuovamente ricontattare lo specialista per la correzione della stessa.